Luigi Schiavone

/Luigi Schiavone
Luigi Schiavone

Photo credits: Valentina Strada

In Breve

Chitarrista italiano, collabora da anni con Enrico Ruggeri.

1981

Dopo la fine dei Kaos Rock inizia la lunga collaborazione con Enrico Ruggeri e nasce il nucleo storico degli Champagne Molotov.

Anni 90

Fonda la Band tributo agli AC/DC e suona le chitarre nel brano di Gianna Nannini “Meravigliosa creatura”.

Dal 2008 a oggi

Suona in “Tear Down These Houses”, brano di Skin, colonna sonora del film “Parlami d’amore” di Muccino.

Insieme a Enrico Ruggeri, continua a comporre brani per tantissimi interpreti, fra i quali Fiorella Mannoia, Gianni Morandi, Anna Oxa e Loredana Bertè. Inoltre come musicista, ha suonato nei dischi di Gianna Nannini, Clandestino, Spagna.

Luigi Schiavone
Chitarrista italiano nato l’8 settembre 1959 a Roma, per molti anni collaboratore di Enrico Ruggeri.
Esordisce negli anni Settanta nei Kaos Rock, band molto conosciuta nell’underground milanese, con i quali pubblica due 45 giri e l’album W.W. 3 per la storica etichetta Cramps.

Nel 1981, dopo la fine dei Kaos Rock, comincia la sua lunga collaborazione con Enrico Ruggeri, in occasione della realizzazione del primo album da solista del cantautore, Champagne Molotov.
È il preludio al disco successivo di Ruggeri, Polvere (1983), il cui brano trainante, che dà il titolo all’album, ha la musica composta proprio da Schiavone, e permette a Ruggeri di iniziare a farsi conoscere al grande pubblico. Con questo LP nasce anche il nucleo storico degli Champagne Molotov: Luigi Schiavone e Renato Meli.
Nel 1984 Luigi pubblica C’è la neve, il primo 45 giri degli Champagne Molotov.
La band accompagna Ruggeri in tour ed è composta nella line-up definitiva da: Luigi Schiavone (chitarre), Renato Meli (basso), Stefania Schiavone (pianoforte), Alberto Rocchetti (tastiere) e Luigi Fiore (batteria). Quell’anno gli Champagne Molotov partecipano al Festivalbar, vincendo il Disco Verde, come miglior artista giovane. Nel 1985 gli Champagne Molotov partecipano al Festival di Sanremo, nella categoria dei giovani, con il brano (sempre composto tra l’altro da Schiavone) Volti nella noia.

Nel corso degli anni con gli Champagne Molotov, Schiavone continua a comporre anche per Enrico Ruggeri, sodalizio che prosegue negli anni, passando per 4 album da solista del chitarrista (nel 1991 La spina nel fianco, con un contributo di Massimo Riva, nel 1993 Animale, nel 1997 III e, nel 2010, 16 Steps to the Sky, il suo primo album completamente strumentale).

Gli ultimi anni vedono Schiavone fondare la cover band Riff-Raff, tributo agli AC-DC, con la quale suona per qualche anno per puro diletto e partecipa, in giro per l’Italia, alle serate La notte delle Chitarre, insieme a Maurizio Solieri, Cesareo, Ricky Portera, Max Cottafavi, Luca Colombo, Mario Giuseppe Scarpato e Fabrizio Consoli.
Nel 1995 Schiavone suona le chitarre nel brano “Meravigliosa creatura” di Gianna Nannini.
Nel 2008 suona in “Tear Down These Houses”, brano di Skin, colonna sonora del film “Parlami d’amore” di Muccino.

Insieme a Enrico Ruggeri, continua a comporre brani per tantissimi interpreti, fra i quali Fiorella Mannoia, Gianni Morandi, Anna Oxa e Loredana Bertè. Inoltre come musicista, ha suonato nei dischi di Gianna Nannini, Clandestino, Spagna.